BASTONATA A 5 STELLE!

Bastonata a 5 Stelle!
… a quelli che, ma il voto di scambio;
… a quelli che, ma la legge elettorale;
… a quelli che, ma siamo il primo partito;
… a quelli che, “honestà”;
… a quelli che, “uno vale uno”;
… a quelli che, “non abbiamo ne capi ne padroni”;
… a quelli che, “non siamo un partito, non siamo una casta”;
… a quelli che, il nostro è un servizio civile non un mestiere;
… a quelli che, ieri restituivano e oggi incassano;
… a quelli che, ma nel 2014 non ci siamo presentati;
… a quelli che, meglio un selfie che l’attivismo;
… a quelli che, sono portavoce ma si sentono unti dal Signore;
… a quelli che, una volta eletti sono spariti dai territori;
… a quelli che, seminano per il proprio esclusivo interesse;
… a quelli che, salviamo Salvini o cade il Governo;
… a quelli che, in alto i cuori a prescindere;
… a quelli che, sono privi di spirito critico;
… a quelli che, poteva andare peggio;
… a quelli che, il movimento scoppia di salute;
… a quelli che, ora stanno comodi al calduccio negli alberghi e non vogliono tornare dietro un banchetto o in piazza;
… a quelli che, vinceremo noi;
… a quelli che, vinceremo poi;
… a quelli che, trovano mille scuse per non guardarsi allo specchio;
… a quelli che, hanno imparato a mentire a loro stessi;
… a quelli che, non si mettono mai in discussione;
… a quelli che, gné gné gné;
… abbiamo ricevuto una sberla peggiore delle più pessimistiche previsioni!
Bene!
Servono anche quelle per far tornare con i piedi a terra chi, per troppo tempo, ha tenuto la testa tra le stelle e usato la bocca per diffondere noiosa retorica e slogan.
Questo ennesimo “scivolone” dovrebbe indurvi al silenzio, all’umiltà, alla profonda riflessione.
Se veramente ci tenete al movimento che i cittadini e una base sempre più disorienta ha fatto arrivare al governo… solo ripartendo dal basso, puntando sulla trasparenza, sulla meritocrazia, sullo studio delle tematiche locali, sulla denuncia, sulla proposta, sul confronto libero e paritario, sulla democrazia diretta senza limiti, il M5S potrà tornare ad essere credibile e vincente sui territori.
Se, invece, i relativi vertici si limiteranno ad ufficializzare dei referenti, con il rischio di dare vita a capi-bastone e relative cordate … il suo destino è segnato!

Posted on 26 Febbraio 2019, in Blog. Bookmark the permalink. Leave a Comment.

Comments are closed.