Category Archives: Eventi

BENVENUTI A LATRINA?

Ieri, alle 09.52, il capogruppo di LBC in comune, ovvero il consigliere Dario Bellini, ha ritenuto opportuno pubblicare, sul suo profilo FB, la seguente denuncia pubblica:

<<La vile idiozia squadrista è pronta a tutto in questa città. 
Ha poca importanza se una persona che ne avrà bisogno non troverà il posto a lui riservato, pazienza se si distrugge una fontanella, un cartello della segnaletica, un cestino:
“Bisogna gettar fango su questa amministrazione a qualsiasi costo!” ed è questo ciò che muove gentaglia del genere.
Domattina il bagno chimico verrà riposizionato nel giusto luogo.>>

C’è voluto ben poco per infiammare il social con i commenti più esilaranti delle due tifoserie ovvero, la prima riferibile a quelli della sinistra definita “dei radical chic” proprio dai tifosi di destra definiti, a loro volta, “squadristi” dal noto consigliere “benecomunista”.

Una scia di polemiche e di frecciatine più o meno pesanti che, ancora una volta, hanno fatto capire come in una città ancora impantanata come Latina (che ancora sta affogando nei suoi vecchi problemi figli di abusi, illeciti e debiti lasciati in eredità da quel centro-destra decimato, sparpagliato e messo in fuga da numerose inchieste giudiziarie, arresti eccellenti e diversi processi ancora in corso) si riesca a guardare il dito e non scorgere la Luna.

Una città dove l’esperimento ABC ha fatto franare la credibilità di un’intera amministrazione che aveva promesso una raccolta differenziata a porta a porta con l’obiettivo di raggiungere il 40% entro il 2018 ed il 65% nel 2019 fino all’agognata meta del 71% e che, invece, è addirittura riuscita a fare peggio della precedente amministrazione riducendo la raccolta al 23,80%.

In tre anni LBC ha perduto pezzi importanti tra consiglieri ed assessori (ma l’indomito assessore all’ambiente è ancora ben saldo sulla propria poltrona), commesso errori di comunicazione, errori di approccio alla storia e alla sensibilità della città, il tutto in nome di una ideologia estremizzata che ha rivelato il vero volto di una compagine politica che spacciatasi per trasversale, in realtà, trasversale non è mai stata.

Coletta sta dilapidando quel patrimonio di consensi veramente trasversali portati in dote alla sua LBC da un M5S che ha colpevolmente rinunciato a riconoscere la certificazione ad una delle tre liste che ne avevano chiesto l’attribuzione.

Nel 2016 la congiunzione astrale era perfetta ed LBC è emersa tra le macerie di una sinistra sempre divisa e inconcludente, una destra implosa e un M5S che ora sta pagando in termini di consenso il suo mancato investimento sui territori, non certo per propri meriti sul campo.

Inoltre, LBC deve ringraziare l’impegno civico politico degli attivisti M5S di questo gruppo se il “sistema Latina” è stato spazzato via aprendo loro le porte del comune (ricordiamo le inchieste “OLIMPIA” e “TERME DI FOGLIANO” nate da esposti redatti da noi).

LBC, come ben descritto da un loro ex consigliere ora indipendente, Salvatore Antoci, non è in grado di dare un chiaro indirizzo politico alla propria amministrazione comunale sempre più «confusa e disorganizzata» in sintesi « vige un clima di sfiducia dove la visione di ciascuno si restringe alla propria sopravvivenza, tirando a campare senza nessuna voglia e possibilità di pensare alla visione d’insieme. Mancando la visione d’insieme si arriva al paradosso di Uffici dello stesso Comune che non si parlano o che si scrivono lettere in perfetto burocratese, non per cooperare o per ricercare una soluzione condivisa ad un problema comune ma semplicemente per pararsi, o di uffici che si fanno una sorta di guerra fredda fraticida, fino al paradosso dei paradossi dell’Avvocatura che fa causa al Comune» (*).

Ma non tutto è perduto!
Oggi il consigliere comunale e regionale del PD Enrico Forte, in un articolo pubblicato su Latina Oggi (*), nel tentativo di smarcarsi dall’eterno rivale politico Moscardelli, tra le righe, mette in evidenza ciò che noi abbiamo già scritto qualche giorno fa, ovvero che per arginare l’avanzata del solito centro-destra mascherato da “LEGA”, che si sta preparando a tornare al governo cittadino nel 2021, questa volta ci vorrà un’ampia coalizione che glielo impedisca.

Questa coalizione, per aver una possibilità di vittoria contro il fronte del centro destra unito, non potrà prescindere da un accordo di programma con una futura lista del M5S e con tutte quelle realtà associative e civiche che non vogliono far tornare Latina nelle mani dei soliti noti e, tanto meno, far passare il messaggio che il vero problema di una comunità possa essere una LATRINA spostata da qualche idiota o, forse, mal posizionata in origine da qualche altro idiota.

* * * * *
Riferimenti:
https://www.ilmessaggero.it/…/olimpia_sistema_latina-321480…

https://www.ilmessaggero.it/…/dirubbo_malvaso_condanna-3328…

https://www.ilmessaggero.it/…/latina_calcio_nuove_accuse_a_…

https://www.ilmessaggero.it/…/arresti_a_latina_interrogator…

https://www.latinaoggi.eu/…/rifiuti-da-latina-ambiente-ad-a…

(*) Estratti dagli articoli di Marianna Vicinanza sull’edizione odierna di Latina Oggi

https://latina5stelle.it/la-nave-lbc-alla-deriva/

(**)Foto di Ivan Eotvos

P.S. DEL GORETTI DA “CODICE ROSSO”

Santa Maria Goretti, ennesima segnalazione di disagio da parte di una cittadina di Latina indignata:
=====
“Una volta lamentarsi del pronto soccorso era semplicemente un passatempo.
Oggi devo riconoscere che davvero c’è da preoccuparsi. Ieri ho visto una camera con 20 persone su barelle a distanza di 30 cm una dall’altra… uomini e donne insieme, corridoi pieni, sala d’attesa invasa.
Ormai il pronto soccorso è diventato un reparto in cui si staziona per giorni.
Con la differenza che ci sono 4 bagni in tutto per decine di persone… Non ci si può lavare.
Non c’è posto per tenere le proprie cose.
Preso atto dell’effetto delle politiche sulla sanità iniziate anni e anni fa credo che si debba fare qualcosa. Manifestiamo, incazziamoci, facciamoci vedere.”
=====
Cara concittadina,
la situazione è ben nota poiché è stata più volte denunciata:
– dagli sventurati che l’hanno vissuta;
– da una politica ipocrita che si batte il petto ma che, ad oggi, non ha ancora saputo trovare una valida soluzione;
– dai giornali cartacei e on line che ci ritornano ciclicamente da anni;
– da Striscia la Notizia che il 15 marzo u.s. ci ha dedicato pure un servizio.

A questa situazione di degrado e privazione della dignità personale (nonostante gli encomiabili sforzi del personale sanitario che, quotidianamente, cerca di dare il meglio di se in situazioni al limite della resistenza psicologica) si aggiunge l’abuso di chi pensa che un Pronto Soccorso sia un Hospice per anziani o una buona soluzione per fare check up gratuiti a carico della sanità pubblica.
Insomma, un girone infernale a cui si aggiunge, di massima, l’italica disonestà (basti pensare all’ultimo caso denunciato da un interno, relativo alle doppie liste d’attesa in essere presso il policlinico di Tor Vergata).
Tuttavia bisogna essere realistici, le poche risorse economiche ed umane impegnate per la sanità laziale, ancora commissariata per via dell’enorme debito accumulato dalle vecchie gestioni politico amministrative di centro sinistra e centro destra, non potranno riuscire, almeno nel breve termine, ad invertire questa triste tendenza.
L’indirizzo occulto è chiaro, costringere i cittadini a rivolgersi alle strutture private che, per anni, sono state politicamente agevolate a detrimento di quelle pubbliche.
Ma il cittadino di Latina, allora, cosa può fare?

Ebbene, nell’immediato, stante la situazione descritta, in caso di necessità, ci si può dare solo al pellegrinaggio sanitario o, nei casi più gravi, consultare on line il sito della regione (sperando che sia aggiornato real time) relativo agli accessi ai vari PS regionali e, dunque, dirigersi in quello meno congestionato… https://www.regione.lazio.it/accessiprontosoccorso/… (ancora adesso, come si evince dal medesimo sito, il P.S. del Goretti risulta tra i più affollati della regione Lazio)
Per il resto, si potrebbe organizzare un flash mob, un esposto, ecc. ma ciò, oltre a strappare un articolo di giornale o la speculazione di qualche mestierante della politica, non si otterrebbe nulla di più.
Il problema della sanità è noto da tempo, ovvero l’ingerenza di quella politica che sulla sanità ci campa (per soddisfare le esigenze delle proprie clientele elettorali), gli sprechi e la mala gestione amministrativa.
=====
Riferimenti:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/04/28/policlinico-tor-vergata-liste-dattesa-la-ministra-grillo-chiede-uninformativa-alla-regione-il-primario-sono-fake-news/5140504/

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/04/27/tor-vergata-in-cardiologia-doppia-lista-per-ricoveri-primario-da-la-priorita-a-chi-vuole-tra-i-favoriti-ce-stato-dellutri/5120957/

https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/la-situazione-del-pronto-soccorso-di-latina_45595.shtml

STORIA DI UN SABOTAGGIO

Il M5S stelle a Latina non sarà presente alle prossime elezioni amministrative poiché è stato sabotato da arrivisti ed egocentrici.
Personaggi che al posto della testa usano la pancia per coinvolgere chi, come loro, sono mossi solo da puro fanatismo.
Ma chi vive certe vicende da esterno come può valutare le differenze?
Semplice, deve approfondire e documentarsi.
Andrea Stabile, scrittore e intellettuale di Latina, lo ha fatto.
In questo video, girato in occasione della presentazione del suo ultimo libro, è possibile apprezzare le sue deduzioni.

LINK ALLA VIDEO INTERVISTA

Domenica 27 – Scegli il tuo Portavoce Sindaco

Banner-votazione

Sabato 19 Dicembre 2015 il Meet Up “I Grilli e le Cicale di Latina” ha selezionato gli aspiranti Portavoce Sindaco. Alla votazione hanno potuto partecipare gli iscritti di tutti i Meetup di Latina (alla data del 31-05-2015). I nominativi, in ordine di preferenza, sono risultati essere quelli di Bernardo Bassoli e Pasquale Palmisano.

Il Meet Up invita tutti i cittadini maggiorenni, con residenza a Latina e provincia, a esprimersi attraverso il voto in piazza che suggellerà la scelta del Candidato Portavoce Sindaco per la lista che si appresta a richiedere la certificazione come Movimento Cinque Stelle, propedeutica alle elezioni amministrative del 2016.
Si potrà votare domenica 27 dicembre in Corso della Repubblica, di fronte al Monte Paschi di Siena, presso il nostro gazebo dalle ore 10 alle 20 muniti di un documento d’identità valido attestante la residenza.

Partecipa e esprimi il tuo voto!

AgriCulture, corso di formazione gratuito per docenti, studenti e cittadini – I° INCONTRO

7 ottobre 2015 – ore 15.00 – 17.00
Liceo Classico Dante Alighieri – aula multimediale

“La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande” – (Hans Georg Gadamer).

AgriLocandina I e II incontro @Latina - Clicca per ingrandire

AgriLocandina I e II incontro @Latina – Clicca per ingrandire

Riscoprire l’identità territoriale e storica dei nostri luoghi è la base su cui fondare la coesione culturale necessaria per proporre un nuovo modello di sviluppo locale – sia ambientale che economico, comunque coerente con la vocazione naturale e storica dell’Agro Pontino.

Dei quattro incontri che compongono il modulo formativo relativo alla città di Latina, “L’uomo e la terra fra mito e storia” – il primo – si terrà a Latina il 7 ottobre dalle ore 15 alle 17 presso l’aula multimediale del Liceo Classico “Dante Alighieri”, seminario che sarà l’apripista dell’intero progetto AgriCulture, corso di formazione gratuito rivolto a docenti, studenti e cittadini che aspirano ad accrescere la propria conoscenza sul patrimonio dei beni culturali locali.

I relatori del prossimo ed imminente incontro di mercoledì 7, Elisa Beltrami e Vincenzo Scozzarella – direttore del Museo “D. Cambellotti” di Latina, cercheranno di tracciare un percorso sull’atavico rapporto uomo-terra attraverso alcune delle principali opere del Cambellotti conservate presso il Museo di Latina. “Un racconto ricco di sacralità, mediante il quale l’uomo l’uomo incomincia a fondare i propri valori, a sviluppare la sua interiorità, a cercare di dare una risposta all’innato “bisogno” di Dio”, chiosa Scozzarella per descrivere meglio l’obiettivo dell’incontro.

AgriCalendario 10 moduli - regione Lazio

AgriCalendario 10 moduli regione Lazio – Clicca per ingrandire

AgriCulture è un progetto formativo riconosciuto dal MIUR, che consta più di 40 incontri suddivisi in 10 moduli radicati in varie città della regione Lazio, ideato dall’Associazione Italia Antica, che si pone lo scopo di dare nuovo lustro al vasto patrimonio culturale laziale legato indissolubilmente ad una millenaria tradizione rurale ed agraria. Attraverso la collaborazione con gli attivisti di numerosi Meetup laziali – tra i quali si annovera anche quello M5S di Latina, che hanno costituito semplicemente la base operativa della realizzazione pratica dei vari incontri, si è anche riusciti a sfruttare la dicotomica potenzialità della “rete”: fisica, in quanto i cittadini stessi si sono messi a disposizione per il loro territorio fornendo il supporto organizzativo alle lezioni in sede, e virtuale, mediante l’utilizzo in parallelo della piattaforma di e-learning (accesso previa iscrizione) sulla quale verranno caricati i video delle lezioni per rendere possibile anche la fruizione on line del corso.

Il secondo incontro, “L’Agro Pontino nella cultura artistica degli anni ’30” (relatori Scozzarella, Beltrami), avrà luogo il 21 ottobre alle 15, presso la stessa aula del Liceo Classico pontino.

Titoli rilasciati

Docenti: Certificato di formazione riconosciuto dal MIUR per i docenti di ogni ordine e grado.

Studenti: attestato di frequenza valido ai fini della riconoscibilità del credito formativo.

Fruizione libera: attestato di frequenza dell’Associazione ‘Italia Antica’ spendibile per attività rivolta al territorio locale.