L’alibi “Prefetto”

Il Giornale di Latina (GdL), domenica 9 agosto 2015, a pagina 7, ha pubblicato l’intervista all’ex vice sindaco, ex assessore comunale, ex assessore provinciale e attualmente impiegato nell’ufficio di presidenza della Presidente della Provincia Eleonora Della Penna.

Articolo Tiero

Ebbene, secondo l’ex democristiano, ex berlusconiano e attuale alfaniano Dr. Tiero, la società Latina Calcio “non deve pagare i canoni” spettanti al Comune per la gestione e utilizzo del relativo stadio.

Regalando poi ai lettori del GdL una perla di saggezza, ha aggiunto: “se paga il Latina Calcio lo dovrebbero fare anche le società che impiegano le altre strutture del comune come il Palazzetto”. Certamente si, esimio Dr.Tiero, dovrebbero pagare proprio tutti poiché il Comune di Latina, come noto, naviga sul filo del dissesto finanziario e, dunque, sarebbe alquanto autolesionista non esigere alcun corrispettivo o applicare canoni e/o condizioni di “favore” per la gestione privata delle proprie strutture pubbliche.

Oppure vogliamo che venga replicato all’infinito il modello di gestione delle piscine comunali (1) dove, per anni,  gli introiti sono stati incassati dalla società concessionaria mentre le spese, relative alle utenze mai volturate al gestore, sono rimaste a carico del comune dunque pagate da tutti i cittadini di Latina?  piscina-comunale-latina

Ma anche se il comune non avesse problemi finanziari perchè dovrebbe rinunciare a far fruttare le proprie proprietà ? Le relative entrate potrebbero essere utilizzate per migliorare i servizi di pubblica utilità o, addirittura, ridurre le imposte locali che, attualmente, sono al massimo.

Tuttavia il Dr. Tiero, laureato in economia, queste cose le sa bene. Come sa altrettanto bene, essendo un politico di lungo corso, che certi comunicati stampa vanno dritti alla pancia di quell’elettore che, magari, preferisce seguire una partita della propria squadra piuttosto che seguire le sorti di una riunione agostana di Giunta dove si potrebbe decidere, magari, di cambiare la destinazione d’uso dello stadio comunale in verde pubblico.

Stadio e debiti del LT Calcio

Comunque, nel corso dell’intervista, il Dr. Tiero dà il meglio di sé ricordando al commissario Barbato che: “è stipendiato anche per risolvere i problemi”. Ebbene si, anche il commissario Barbato viene retribuito per l’esercizio delle sue funzioni come, del resto, lo erano i componenti della Giunta, di cui faceva parte il suo attuale “delfino” comunale Di Cocco (NCD), indagati dalla magistratura per il caso della “variante Malvaso” di Borgo Piave.

Il saldo dell’amministrazione Di Giorgi,  “il sindaco del fare” , di cui anche il Dr. Tiero, anche se per poco ha fatto parte, si sintetizza con: una sfiducia, un commissariamento (il secondo in otto anni), dodici inchieste della Procura e una dissestata situazione finanziaria che, a causa dei noti debiti fuori bilancio, potrebbe portare il comune al fallimento. Questa è la “dote” che ha ricevuto il commissario Barbato a cui ora, diversi personaggi politici della scorsa consiliatura, imputano immobilismo.

Tuttavia, se ci pensiamo bene, la gestione commissariale è un ottimo alibi temporale. Dieci mesi sono più che sufficienti per qualsiasi navigato politico che si voglia riciclare e tornare il lizza, puro e candido come un giglio, alle prossime elezioni amministrative.

Il commissario Barbato, dunque, è il capro espiatorio perfetto anzi “prefetto”. Non resta che puntare alla memoria corta dei cittadini distratti o poco informati, saturare i giornali di comunicati stampa pro o contro qualche tema locale per trarne la massima visibilità, scaricare la responsabilità sugli “altri” (tanto si sa che i tempi della giustizia sono lunghi e travagliati), approntare liste civiche “civetta” dai nomi più fantasiosi a cui affidare la raccolta di consensi e il gioco è fatto…l’alibi prefetto” è servito !

* * * * *

(1) Al riguardo ricordiamo che il M5S LATINA , nel 2013, ha presentato un esposto per presunto danno erariale alla Corte dei Conti del Lazio e una interrogazione parlamentare per i fatti inerenti la gestione privata delle piscine comunali di Latina.

 

Posted on 13 Agosto 2015, in Blog, Comunicati, Esposti, Iniziative Locali, Interrogazioni and tagged , , . Bookmark the permalink. Leave a Comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.