PEDAGGIO COMPLANARI A24: INTERROGAZIONE M5S – Cristian Iannuzzi

complanariA24Il 15 dicembre 2004 il Ministro dei Trasporti, il Presidente della Regione Lazio, il Presidente della Provincia di Roma e il Sindaco di Roma firmavano un Protocollo d’Intesa per realizzare due complanari al tratto urbano dell’autostrada A24, da Lunghezza a via Palmiro Togliatti, affermando chiaramente che i pendolari del quadrante est della città avrebbero avuto una viabilità più scorrevole e non avrebbero dovuto più pagare il pedaggio autostradale. Nel mese di aprile 2014 sono state completate le complanari all’autostrada A24, che invece, prevedono il pagamento di un pedaggio per chi vi accede dai caselli di Lunghezza, Ponte di Nona e Settecamini”.

Ciò è quanto dichiara il deputato del Movimento 5 Stelle Cristian Iannuzzi.

A fronte delle rimostranze manifestate dalla cittadinanza, la società concessionaria dell’opera “Autostrada dei Parchi” ha dichiarato che il pagamento del pedaggio per l’accesso alle complanari dell’A24 è previsto all’ origine dall’accordo contrattuale sottoscritto con il Ministero dei Trasporti.”

In collaborazione con il consigliere comunale di Roma Enrico Stefàno, il M5S chiede, con un’interrogazione a prima firma Cristian Iannuzzi, “se è vero che il pedaggio per l’accesso alle complanari dell’Autostrada A24 è stato oggetto di accordo tra il Ministero dei Trasporti e la società concessionaria, Strada dei Parchi s.p.a. e, nel caso sia vero, se sia possibile rinegoziare tale accordo, al fine di scongiurare l’ennesima tassa occulta a carico dei cittadini”.

LEGGI L’INTERROGAZIONE QUI —> interrogazione M5S pedaggio complanari A24

Posted on 17 Luglio 2014, in Interrogazioni, Parlamento and tagged , , , , , . Bookmark the permalink. Leave a Comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *