Blog Archives

La morale della convenienza

Ciò che spesso viene denunciato dal mondo 5 Stelle è la parzialità di giudizio dei partiti e degli organi d’informazione.
Ieri, 9 febbraio 2016, si è appreso dagli organi medesimi che il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo del PD comparirà (a luglio di corrente anno) di fronte al Gup per i reati di abuso d’ufficio e voto di scambio.
Il giudice dell’udienza preliminare dovrà decidere se rinviarlo a giudizio o meno.
Fin qui, nulla di nuovo: l’ennesimo amministratore di un partito impelagato, nell’esercizio della sua funzione di candidato e poi sindaco, in vicende da codice penale; è coinvolto nell’assegnazione di un appalto per la pulizia delle spiagge riconosciuto a una società: vengono contestati a Bartolomeo l’elusione delle norme e un favore al titolare in cambio di appoggi elettorali.
Per carità, sicuramente Bartolomeo dimostrerà la sua innocenza e non verrà rinviato a giudizio ma il punto non è evidentemente questo.

Per settimane, è stato preso a pretesto Quarto per evidenziare la supposta inadeguatezza del Movimento 5 Stelle: opinioni stentoree e inappellabili che ne decretavano la fine ingloriosa e, persino, l’impossibilità per qualunque amministrazione pentastellata di essere seria, onesta e slegata dai supposti “ukase” del Blog.  Continua a leggere