Blog Archives

AEREI CHE NON VOLANO II – Ministro Pinotti non risponde sulle responsabilità

Nella giornata del 1° dicembre 2014 è arriva la risposta del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, in merito all’interrogazione  su una delle vicende più lette e più seguite su questo blog. Si torna a parlare, dunque, dell’aeroporto “Enrico Comani”, scalo militare collocato sulla piana pontina ai piedi dei Monti Lepini, e della flotta inutilizzata di 30 aerei SF260EA della scuola di volo dell’Aeronautica.

Aerei SF 260EA

Aerei SF 260EA

La risposta recita questo:

“Il velivolo SF260EA, dal momento del suo ingresso in linea avvenuto nel 2005 e sino al 2013, non ha mai evidenziato problematiche di rilievo, soddisfacendo efficacemente, con più di 37.000 ore di volo, l’esigenza operativa dell’addestramento basico a favore degli Allievi Piloti e Navigatori dell’Aeronautica Militare. A causa di alcune problematiche relative al processo di controllo di qualità di alcune componenti dell’impianto di alimentazione motore, evidenziate nel corso del mese di settembre del 2013 dalla ditta costruttrice, l’Aeronautica Militare ha sospeso a titolo precauzionale l’attività di volo sulla linea SF260EA. Ciò sia in ragione della delicatezza del ruolo svolto dal velivolo (selezione al volo di allievi pilota di recente incorporazione in Forza Armata), sia in relazione al fatto che si tratta di un velivolo monomotore. Contestualmente l’Aeronautica ha avviato, di concerto con la ditta costruttrice del velivolo, una campagna di prove finalizzate alla verifica del funzionamento del motore e all’individuazione delle eventuali soluzioni idonee alla rimessa inefficienza della linea stessa. Tale attività si è da poco conclusa e ha permesso di individuare gli accorgimenti tecnici necessaria rendere sicuro il funzionamento del motore del velivolo SF260EA. Sono attualmente in corso azioni indirizzate al recupero della funzionalità della flotta di velivoli in questione. Nonostante questo inconveniente, la Scuola di Volo di Latina non ha mai interrotto la sua operatività, continuando a svolgere con piena efficacia l’attività  di selezione al volo a favore degli Allievi dell’Accademia Aeronautica grazie all’impiego del velivolo S208“.

L’interrogazione era stata annunciata l’8 maggio 2014 dal Portavoce M5S al Senato Giuspeppe Vacciano, che insieme a Ivana Simeoni CristianIannuzzi (M5S Camera) avevano visitato l’aeroporto Comani il 26 maggio del 2014. L’atto di sindacato ispettivo, molto netto e conciso, poneva al Ministro tre domande: Continua a leggere

Aerei che non volano – Aeroporto militare “E. Comani”, Latina

Il 26 maggio 2014 una delegazione del M5S Latina, composta dai Portavoce senatori Giuseppe Vacciano, Ivana Simeoni e dal 2014-05-26 13.34.15Portavoce deputato Cristian Iannuzzi ed alcuni attivisti, ha effettuato una visita presso l’aeroporto militare “E. Comani”di Latina, sede del 70º stormo “Giulio Cesare Graziani” dell’Aeronautica Militare. Il sopralluogo dei Portavoce M5S è stato dettato dalla necessità di verificare, direttamente alla fonte, le notizie circa l’inaffidabilità di 30 aerei acquistati dalla Difesa destinati all’addestramento di piloti: da notizie reperibili in rete si è saputo del loro fermo a terra, quindi del conseguente sottopotenziamento dell’aeroporto pontino, nonché denaro pubblico male investito.

In data 8 maggio era stata depositata un’interrogazione parlamentare indirizzata al Ministero della Difesa per avere una risposta formale e, si spera, quanto più dettagliata possibile, mentre la visita è stata necessaria per garantire un dialogo tra le istituzioni parlamentari, Pubblica Amministrazione e territorio.

Ad accogliere il gruppo pontino M5S era arrivato direttamente da Bari il Generale Comandante di Squadra Aerea Franco Girardi, nonché responsabile del network accademico dell’Aeronautica su tutto il territorio nazionale, affiancato dal Colonnello Salvatore Romeo a capo del 70° Stormo “Giulio Cesare Grazioni”, che ha sede presso l’aeroporto stesso. Continua a leggere

E l’Aeroporto militare di Latina Scalo?

SF-260EAIn data 8 maggio 2014, con un’interrogazione a prima firma del Portavoce M5S al Senato Giuseppe Vacciano, alla quale hanno aderito anche la Portavoce pontina Ivana Simeoni ai quali si è aggiunto Roberto Cotti Portavoce della Commissione Difesa M5S, si chiede al Ministro della Difesa Roberta Pinotti le ragioni dello stallo in cui versa l’aeroporto militare “Enrico Comani” di Latina Scalo.

Da come si legge, l’aeroscalo è “sede del 70º stormo “Giulio Cesare Graziani” dell’Aeronautica militare. Tale reparto è completamente dedicato all’addestramento al volo dei piloti provenienti dall’accademia aeronautica nonché da altre componenti delle forze armate italiane quali la Guardia di finanza, l’Esercito italiano, la Polizia di Stato e della Marina militare. Inoltre l’aeroporto ospita il locale aeroclub”. A quanto pare il motivo dell’inattività sarebbe collegato all’acquisto di SF-260EA, aerei con “problemi legati a casi di “piantata” del motore, cioè un sottopotenziamento dello stesso”, perciò inutilizzati e inutilizabili almeno fino al momento di un ipotetico aggiornamento che possa renderli operativi “anche al fine di scongiurare l’acquisto di nuovi ed ulteriori aerei che vanificherebbe l’ingente investimento pubblico già assunto”.

Continua a leggere